Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

IL LORO CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI

Avellino, 09 Febbraio 2017 - Gli interventi di natura politico-forense posti in essere dal Movimento Forense hanno fatto emergere la singolare attività amministrativa svolta nel corso degli anni dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Avellino.

- Bilanci di esercizio approvati in seno al Consiglio (ad esempio il conto economico anno 2014) e non nel naturale consesso della Assemblea degli Iscritti, così come previsto dalla Legge Professionale (art 27 comma 4 L. 247/2012).

- La prosecuzione dell’attività amministrativa nonostante la permanente contrazione del numero dei suoi componenti. 

- Ed ancora l’istituzione dell’Organismo di Sovraindebitamento con modalità non aderenti all’aspetto sistematico di cui al D.M. 24.09.15 n. 202, relativamente alla verifica della sussistenza dei richiesti requisiti professionali dei soggetti originariamente chiamati a farne parte.

- La mancata convocazione, nonostante regolare e formale richiesta, della Assemblea per l’elezione dei delegati al XXXIII Congresso Nazionale Forense, in difformità al dettato di cui all’art. 1 del Regolamento dei Lavori Congressuali.

- La formazione professionale non programmata, priva di opportune ed ineludibili verifiche, mortificata finanche dalla proposizione di eventi formativi di dubbia attinenza (Lavorare con Iphone, 26 Febbraio 2016, 4 crediti formativi n.d.r.) finalizzati a veicolare prodotti commerciali (gestori telefonici, software house).

Quanto brevemente esposto restituisce, a nostro avviso, un impegno amministrativo inefficace e che non soddisfa le esigenze degli Iscritti. Il Movimento Forense ha più volte evidenziato quanto in questa sede si è appena accennato, sollecitando decise inversioni di rotta.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Avellino ha opposto silenzi ed ambigui deliberati, idonei, unicamente, a riaffermare la volontà di perseverare nella attuale creativa gestione dell’Organismo Consiliare.

E’ inevitabile a questo punto l’intervento delle massime Istituzioni Forensi anche a tutela della dignità e credibilità dell’intera Avvocatura Irpina.

Gaetano Napolitano

Movimento Forense Avellino


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine